Facciamo Chiarezza sugli errori più frequenti in tema di sicurezza nei magazzini

  1. I produttori di scaffalature asseriscono che: “chi meglio del produttore può controllare le scaffalature?”  – Questo è sbagliato, in quanto un’eventuale errore di progettazione non verrebbe mai evidenziato dal “colpevole”, è altresì vero che la ditta produttrice e venditrice della scaffalatura è tenuta a dare al proprio cliente tutti i dati di portata, i manuali di uso e manutenzione, lasciando libero il proprio clienti di affidarsi a tecnico di sua fiducia, specialmente nei casi che il magazzino fosse composto da scaffalature di vari marchi.
  2. Importanti società di montaggio, prestazione di manodopera, cooperative etc. si sentono qualificate a certificare le loro ispezioni, questo può essere vero solo nel caso che l’ispezione venga fatta da un Titolare Tecnico, e non venga demandata ad un dipendente, occorre che il “Tutor” del magazzino garantisca una continuità, in modo da poter avere un’anagrafica dei danneggiamenti e dei rimedi adottati. Dottor Magazzino si assume un limitato numero di incarichi, in modo da poter effettuare sempre di persona le visite ispettive.
  3. Qualcuno dice che vanno sottoposte a ciclo ispettivo solo le scaffalature servite da carrello elevatore, in realtà vanno assoggettate tutte quelle scaffalature assimilabili ad “attrezzature di lavoro”, compresi magazzini a passerella multipiano, soppalchi autoportanti in acciaio, imbullonati,  archivi serviti da scale etc.
  4. Spesso per acquisire un cliente viene detto che affidando a soggetto terzo l’ispezione periodica delle scaffalature, il titolare viene sollevato da tutte le responsabilità, questo è sbagliato, è onere del titolare individuare il tecnico più preparato da far venire 1/2/3 volta l’anno nel magazzino, ma deve essere nominato un PRSES (responsabile interno della manutenzione delle attrezzature) con cui il tecnico si relazionerà. Anche il personale dipendente e non che opera ne magazzino dovrà relazionare al PRSES eventuali danneggiamenti delle scaffalature. Solo prendendo questi accorgimenti il Titolare può essere sollevato da responsabilità per tutti i 365 giorni dell’anno.
Questa voce è stata pubblicata in UNI-EN 15625, UNI-EN 15629 e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento