Le Targhe di Portata sulla Scaffalatura

Le Targhe di Portata sulla Scaffalatura V.1.0

In materia di targhe di portata in passato c’è stato un tentativo di uniformare dimensioni e grafiche dall’allora ACAI-CISI poi naufragato a causa dell’emanazione di nuove norme sulla sicurezza.

Una Corretta “segnalazione” su una scaffalatura “Portapallets” consta di 2 tipi di cartellonistica

la 1° specifica relativa alla Portata di quella specifica situazione strutturale

la 2° quella prescrittiva , su istallazione, manutenzione, uso e avvertenze.

La Targa di Portata è una “Scheda Tecnica” va bene anche in formato A4, basta che sia in posizione visibile

deve specificare:

Le dimensioni ed i pesi delle di tutte unità di carico stoccate

Per quanto riguarda la portata dell’elemento strutturale verticale (Spalla o Fiancata) riportare le portate massime in base alle condizioni di lavoro, normalmente tale dato è influenzato dal numero dei livelli di carico e dall’interasse degli stessi, in particolar modo dall’altezza del primo livello sopra terra.

Quando il primo piano di carico è un piano Picking (per merce non pallettizzata) si consigli di effettuare i calcoli come se questo piano non interferisse negli interassi, dato che spesso viene spostato o tolto.

Ad esempio se ho un piano picking ad altezza 1500mm (Portata kg.1250), il primo piano “Portapallets (portata kg.2250)” è a 2100mm ed il resto è ad interasse 1500mm, calcolare come 1°liv- 2100mm 2°liv 3600mm 4°liv  5100mm, ed alla somma delle portate dei livelli aggiungere il peso previsto per il piano picking a quota 1500mm (1200+2250+2250+2250 = 8000 kg) , dimensioneremo lo spessore e la sezione per 8000 kg.

Va indicata la data di Montaggio

Per quanto riguarda la portata dell’elemento strutturale orizzontale (corrente o Trave), va indicata la Portata per COPPIA  per carico uniformemente distribuito per tutte le tipologie di trave, Lunghezza, sezione e utilizzo.

per impianti antisismici occorre indicare i criteri di calcolo (UNI/TS 11379.2010) e longitudine e latitudine del Magazzino, classe d’uso, se l’impianto è verificato anche a scivolamento e ribaltamento dell’unità di carico.

per il 2° Cartello prescrittivo vanno indicate le prescrizioni generali:

– Installare in ambiente asciutto

– non modificare la scaffalatura senza autorizzazione

– non rimuovere gli arresti dei correnti

– ultizzare esclusivamente pallets marchiati ed in buono stato di manutenzione

– ispezionare e manutenere con regolarità.

– in caso di danno, svuotare e bloccare al caricamento.

– per tutti i dubbi fare riferimento al Manuaale operativo.

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Portapallets e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento