UNI EN 15635:2009

La norma Uni En 15635, afferma che:
 Par. 9.2 – L’utilizzatore dovrebbe considerare che verifiche regolari della struttura della scaffalatura devono essere condotte durante il ciclo di vita, includendo spiegazioni circa i livelli di danno “verde”, “giallo” e “rosso” al fine di assicurare che ogni danno che necessita di un intervento immediato sia eliminato celermente attraverso la sostituzione del componente danneggiato con uno identico dello stesso costruttore;

 Par. 9.4.2.3 – Una persona tecnicamente competente deve eseguire ispezioni ad intervalli non maggiori di 12 mesi, un resoconto scritto deve essere sottoposto all’addetto della Sicurezza con le osservazioni e le proposte degli intervalli ritenuti necessari; – Par. 9.4.2 – la frequenza delle ispezioni dipende da una varietà di fattori che sono specifici del sito; – App. A – Obbligo del fornitore: fornire suggerimenti all’utilizzatore in merito alla necessità di ispezioni regolari della scaffalatura e di un programma formale di manutenzione per far fronte ad eventuali danni accidentali. Reggiani è, naturalmente, a Vs. disposizione per un servizio mirato e completo che Vi darà la possibilità di monitorare costantemente, ed in linea con la normativa vigente, le Vs. scaffalature.

Norma numero : UNI EN 15635:2009
Titolo : Sistemi di stoccaggio statici di acciaio – Utilizzo e manutenzione dell’attrezzatura di immagazzinaggio
ICS : [53.080]

Stato : IN VIGORE 

 

Organi tecnici [Commissione Tecnica / Sottocommissioni / Gruppi di lavoro] :
[Ingegneria strutturale / Strutture di acciaio / Scaffalature industriali metalliche]
Data entrata in vigore : 19 marzo 2009
Sommario : La presente norma è la versione ufficiale della norma europea EN 15635 (edizione novembre 2008). La norma fornisce indicazioni sugli aspetti operativi importanti per la sicurezza strutturale delle scaffalature. Questi sistemi operano con attrezzature meccaniche pesanti di movimentazione, che lavorano in stretta prossimità alla scaffalatura stessa. La norma minimizza i rischi e le conseguenze di operazioni non sicure o i danni alla struttura.

Recepisce la: EN 15635:2008

Lascia un commento